Maleficent

This post is in Italian and English

maleficentTitolo: Maleficent
Regista: Robert Stromberg
Attori principali: Angelina Jolie, Elle Fanning e Sharlto Copley
Casa di produzione: Walt Disney
Anno: 2014
Durata: 1h 37m
Genere: fantastico
Voto: 8/10

Maleficent è un film del 2014 diretto da Robert Stromberg che ripropone sotto forma di live-action la storia de La bella addormentata. Pur non discostandosi per nulla dal plot originale, esso lo amplifica, fungendo sia da prequel che da sequel, anche se la cosa che lo rende particolare è che le vicende sono vissute interamente dal punto di vista del personaggio “cattivo”, Malefica. In effetti si scopre quali sono i motivi che spingono questa fata a scagliare il noto maleficio e cosa accade dopo il risveglio di Aurora.

Malefica ci vienmaleficent-03e presentata come una fata buona (anche se il suo aspetto ricorda di più quello di un’arpia) che protegge la radura, ricca di creature magiche, dalla sete di potere degli uomini del regno vicino. Quando però ella viene tradita da colui che le aveva donato il bacio del vero amore, Malefica lascia spazio ai sentimenti negativi; si autoproclama sovrana della radura e passa le sue giornate ad escogitare la sua vedetta.
Aurora è un personaggio minore rispetto a quanto si pensi, le si è voluto dare la parvenza di una principessa che agisce e che non “dorme” come nei cartoni animati di un tempo, ma la dura verità è che non colpisce. Ella è relegata alla condizione di personaggio secondario e pare utilizzata come mero pretesto per raccontare la storia della sua antagonista.
Allo stesso modo re Stefano è un cattivo poco sviluppato, avrei voluto che fosse spiegato a cosa era dovuta la sua sete di potere.

Gli effetti speciali sono mozzafiato, si tratta palesemente di un film con un alto budget, ed è bello vedere come essi tentino di riprendere l’animazione del 1959 – un chiaro esempio è l’innalzamento dei rovi. Inoltre, il ritmo della narrazione riesce ad alternare momenti di calma a scene di battaglia con tanta facilità, da fare in modo che lo spettatore non si distragga.
Il montaggio e le luci sono poi importanti perché attraverso di essi si possono distinguere i sentimenti caratteristici della scena, come accade anche per la magia della fata, verde quando è negativa, dorata quando è benefica.maleficent-04I dialoghi tra i personaggi sono molto buoni ma molta enfasi, come in tutti gli altri aspetti del film, viene posta soprattutto su quelli di Malefica, in particolar modo quando scaglia la sua maledizione ed in una delle scene risolutive del film. I suoi costumi sono molto carini; si sa, il dark è uno stile che non sfiorisce mai, ma avrei preferito vedere, sia nell’abito di Malefica che nel trucco, quel tocco di viola che tanto caratterizza l’epico personaggio del cartone animato.

Ammetto di non amare Angelina Jolie come attrice, ma non posso non dire che la sua performance è stata davvero clamorosa, forse una delle sue migliori interpretazioni degli ultimi anni. Un plauso anche per aver voluto fare da sola tutte le scene d’azione senza servirsi di uno stuntman.

La colonna sonora è adeguata ad interpretare le emozioni del film, ed ho adorato la versione finale di Once upon a dream cantata da Lana Del Rey.

maleficent-02Molti sono i temi presenti nel film, ma i due principali sono legati ai sentimenti. Nel primo, infatti, vediamo come una giovane e innocente Malefica, addolorata da una violazione che è sia fisica che psicologica, rifiuta per sempre di credere nell’amore e si incammina sulla via della vendetta. Il secondo, strettamente legato al primo, mostra come esistano diversi tipi di amore e non solo quello tra uomo e donna. Effettivamente, nel corso di tutta la pellicola, Malefica, più che apparire la fata madrina di Aurora, sembra una sorta di genitore adottivo, che, pur non avendo legami di sangue con la bambina, riesce a stabilire con lei un legame molto forte. Infine, la morale del film sembra essere quella secondo la quale non è bene agire quando si è presi dalle emozioni, specie dal dolore e dalla rabbia, perché si potrebbero compiere azioni che si potranno rimpiangere in futuro.

Il punto di forza del film sono sicuramente gli effetti speciali, molto curati e che vanno a creare un universo di creature fantastiche del tutto nuovo. Il suo punto di debolezza forse è quello di essere sviluppato sulla figura del cattivo per eccellenza da 55 anni a questa parte. Avevamo davvero bisogno di redimere Malefica?


Questo sito è affiliato con amazon.it

Precedente Le mini recensioni - Fumetti #01 Successivo The best part of love di A. D'Orazio

Leave a Reply

Lasciaci qui il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz