Le mini recensioni - Serie TV #01

This post is in Italian and English
Le mini recensioni


Sex and city – Stagione 1

Sex and the cityBasata sul bestseller scritto da Candace Bushnell, Sex and the city è una serie TV andata in onda sul canale HBO nel 1998, che racconta le vicende amorose e sessuali di quattro donne che vivono nella Grande Mela. Le quattro amiche hanno tutte tra i 30 e i 40 anni: Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker), protagonista e voce narrante dello show, scrive una rubrica per il New York Star ed ha una passione smisurata per le scarpe; in molti la definiscono un’icona di stile, anche se gli outfit che sceglie sono poco portabili in contesti meno glamour. Samantha Jones (Kim Cattrall) è la più vecchia delle quattro ed è famosa per il suo sex appeal che riesce a trascinarla in ogni tipo di relazione; talvolta, però, si caccia in situazioni che a dir poco ridicolizzano il suo modo di fare e la sua età. Charlotte York (Kristin Davis) è la più conservatrice, crede nell’esistenza del principe azzurro e per trovarlo va talvolta oltre i limiti della sua morale, risultando quasi ipocrita. Miranda Hobbes (Cynthia Nixon) è una donna in carriera che, avendo una visione più cinica dell’amore rispetto alle altre, riesce ad uscire dalle storie meno distrutta. La colonna portante dello show sono le relazioni amorose, ma sopratutto sessuali, nella società medio-alta newyorchese. Il linguaggio esplicito e l’immoralità di certe situazioni non infastidiscono lo spettatore, quello che stupisce è la creazione di situazioni assurde che ridicolizzano non poco le protagoniste e rasentano il pessimo gusto. All’epoca della sua uscita la serie è stata molto criticata perché era un qualcosa di mai visto fino ad allora, infatti essa è definita come un apripista di un nuovo filone narrativo che mette al primo posto la sessualità. Tra le altalenanti situazioni sentimentali, mi ha fatto piacere che fosse inserita anche una trama orizzontale, e cioè la relazione tra Carrie e Mr Big (Chris Noth), perché altrimenti lo show non avrebbe attratto la curiosità dello spettatore che avrebbe potuto decidere di non continuare a vederlo e di dare solo uno sguardo agli episodi saltuariamente.

Voto: 6/10

How I met your mother – Stagione 1

How I met your motherAndata in onda sulla CBS nel 2005, How I met your mother è una comedy che ha come protagonista l’architetto Ted Mosby (Josh Radnor), che nel 2030 racconta ai suoi figli come ha conosciuto la loro madre. Il racconto, grazie all’espediente dei flashback, torna indietro di venticinque anni, a quando Ted viveva a New York in un appartamento in comune con i suoi amici Lily (Alyson Hannigan) e Marshall (Jason Segel), una coppia di fidanzati storici che ha deciso di sposarsi. Nonostante il suo status di single, anche Ted sogna di sposarsi e di creare una famiglia. Forse per questo il racconto comincia quando incontra Robin (Cobie Smulders), una reporter canadese che sarà per lui più di un’amica. Il gruppo di amici è completato da Barney Stinson (Neil Patrick Harris), un donnaiolo con la fissazione per i completi, che è forse la figura più divertente dello show. Il tema principale è sicuramente la vita sentimentale di Ted, ma a questa si intrecciano le vicende degli amici, che tra amori, delusioni e scenari improbabili, rendono la serie un racconto in chiave umoristica dell’amicizia, ricordando molto l’approccio che aveva il telefilm anni ’90 Friends.  La serie vanta molte guest star, tra cui Ashley Williams, che ho adorato nella parte di Victoria; Alexis Denisof, marito della Hannigan; David Burtka, compagno di Neil Patrick Harris, ed Amy Acker.

Voto: 9/10

The big bang theory – Stagione 1

The big bang theoryMandata in onda dal network statunitense CBS nel 2007, The big bang theory è una serie TV che ha per protagonisti quattro giovani scienziati e la loro vicina di pianerottolo. Pur essendo scienziati di diverso tipo – un fisico sperimentale, un fisico teorico, un ingegnere aerospaziale e un astrofisico – i ragazzi lavorano tutti per il California Institute of Technology di Pasadena ed hanno in comune la passione per i videogiochi e la fantascienza. Il loro mondo da “nerd” si scontra ben presto con quello superficiale della vicina di casa Penny (Kaley Cuoco), una ragazza che sogna di diventare un’attrice e che cercherà, con scarsi risultati, di aiutare i ragazzi ad avere una vita sociale migliore. Mentre per Sheldon (Jim Parsons) i rapporti sociali e le convenzioni sono una pratica da sbrigare del tutto inutile, Leonard (Johnny Galecki) proverà a migliorarsi come persona per entrare nelle grazie di Penny e riuscire a conquistarla. Interessante il personaggio di Rajesh (Kunal Nayyar), un indiano che non riesce a comunicare con le donne, mentre il personaggio di Howard (Simon Helberg), con le sue fissazioni sul gentil sesso, non convince. La serie è molto carina, nonostante sia dalla parte dei nerd che da quella della ragazza bionda e “svampita” ci sia una certa estremizzazione di tipici cliché. Ancora una volta è la trama orizzontale a salvare la visione degli episodi, perché se non ci fosse interesse per la storia tra Penny e Leonard molte persone, non comprendendo molti riferimenti alla cultura nerd a al mondo della scienza, l’avrebbero abbandonata.

Voto: 6/10


Questo sito è affiliato con amazon.it

Precedente A little whimsical in his civilities di J. Marie Croft Successivo TBR pile - Libri in attesa #02

Leave a Reply

Lasciaci qui il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz