Le mini recensioni - Cortometraggi #01

This post is in Italian and English

Le mini recensioni


Kung fu panda – I segreti dei cinque cicloni

I segreti dei cinque cicloniDopo il grande successo del film Kung-fu Panda, nel 2009 la DreamWorks ha rilasciato un cortometraggio, I segreti dei cinque cicloni, che vede il panda Po alle prese con una nuova sfida, quella di insegnare il kung fu ad una classe di coniglietti della valle! Mentre in un primo momento si trova inadeguato al compito, grazie ad un insieme di storie egli riesce ad ottenere l’attenzione dei coniglietti ed a trasmettergli la sua passione per le arti marziali. Po racconta cinque storie, ognuna delle quali legata ad uno dei cicloni, che racconta di come i grandi guerrieri abbiano dovuto imparare qualcosa per eccellere nella loro arte e cioè la pazienza, il coraggio, la fiducia in se stessi, la compassione e la disciplina, che sono anche i pilastri del kung fu. Le storie sono davvero originali anche se quella che ho preferito è stata quella avente come protagonista Tigre.

Voto: 8/10

History of the slayer

History of the slayer più che un cortometraggio era una sorta di pubblicità che trasmise il canale WB poco prima della messa in onda del telefilm Buffy – l’ammazzavampiri. Si vocifera anche che questi filmati furono ideati da Joss Whedon, il creatore della serie tv, per far comprendere ai dirigenti della Fox il concetto di cacciatrice prima di fargli visionare il pilot. Questo filmato, infatti, contiene anche degli spezzoni presi dall’episodio pilota mai trasmesso dove sono evidenti sia la presenza di un budget molto più basso rispetto a quello che poi fu trasmesso sia alcuni cambiamenti nei personaggi e nella trama (primo tra tutti la presenza di un’attrice che non è la Hannigan nei panni di Willow). La particolarità di questi filmati, comunque, si deve alla presenza della storia di alcune cacciatrici che hanno operato tra il 1845 e il 1997. Le due mostrate in questo filmato sono Abigail Cole, una cacciatrice che nel 1625 fermò una serie di morti misteriose attribuite ad animali sconosciuti in Massachussetts; e Belle Malone che fece cessare una serie di morti in Kansas nell’estate del 1888.

Voto: 7/10

Alice in wonderland

Alice in wonderland è un cortometraggio muto del 1903 che vanta il titolo di primo adattamento cinematografico del famoso libro per bambini. Realizzato da Cecil Hepworth e Percy Stow questo lavoro contiene degli effetti speciali davvero innovativi per l’epoca (come l’ingrandimento e il rimpicciolimento di Alice) e per una pellicola 35 mm. Una copia del film è stata restaurata e conservata dal British film institute anche se nonostante tutti gli sforzi una parte dei fotogrammi è andata irrimediabilmente perduta. Come reperto storico è sicuramente da preservare ma all’occhio di uno spettatore moderno, non particolarmente patito di cinema, può risultare alquanto noioso.

Voto: 5/10

Precedente Ask the blogger - Qual è il libro che non avresti mai pensato potesse piacerti ma che hai finito con l'amare? Successivo Aggiungi un posto per... #14

Leave a Reply

Lasciaci qui il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz