The Exile: Kitty Bennet and the Belle Epoque di Don Jacobson

This post is in Italian and English


Titolo: The Exile – Kitty Bennet and the Belle Époque
Autore: Don Jacobson
Casa editrice: auto pubblicato
Anno: 2017
Genere: time travel
Voto: 3/5

The Exile è il secondo volume della saga The Bennet wardrobe di Don Jacobson, che racconta le avventure di Kitty nella Londra vittoriana e in Francia ai tempi della Belle Époque.
Dopo il doppio matrimonio di Jane e Lizzy, Mr Bennet decide di punire Kitty, complice silenziosa della fuga di sua sorella Lydia, mandandola in un seminario in Cornovaglia. Scioccata dalla risoluzione di suo padre, la ragazza comincia a lamentarsi e a dimenarsi in libreria. Così si ritrova, non intenzionalmente, a poggiare le mani sul guardaroba, che la catapulta nel futuro dove comincerà la sua nuova avventura.

Quello di Kitty, in particolare, è un processo di crescita che la porta dall’essere una ragazzina in balia delle proprie emozioni, ad una donna piena di forza e saggezza. Non mancano nel suo percorso grosse difficoltà (ed ammetto che alcune di queste mi hanno lasciato a bocca aperta e mi hanno fatto sentire molto dispiaciuta  per la sua sorte) ma, grazie a nuovi personaggi, la ragazza riuscirà a superarle e a diventare più forte.
Tra questi ritroviamo Henry Fitzwilliam, bisnipote del colonnello Fitzwilliam, e Mag, la prostituta di uno dei bordelli più in voga di Parigi.
Tra i personaggi più particolari ci sono però Mr Winters, un nobiluomo in rovina, e sua sorella Astrid, una nobildonna dalle molte sorprese. Inoltre, anche qui, come nel primo volume della saga, sono inseriti dei personaggi noti al lettore e, devo dire che, in questo volume, tali inserimenti sono anche più belli e integrati nel contesto. In particolare mi riferisco a Freud, Renoir, Sherlock Holmes e Moriarty.

Probabilmente questo libro vuole insegnarci come, attraverso le difficoltà, venga fuori il proprio sé e come ogni nostra azione porti a delle conseguenze. Inoltre, se non fosse stata una variation austeniana ma un libro diverso, avrei potuto dargli quattro stelle invece di tre ma, purtroppo, non riesco proprio a vedere dei personaggi di Jane Austen affrontare determinate situazioni. Oltre a ciò, la lettura è godibilissima e la trama, soprattutto grazie al cliffhanger finale, risulta molto ben architettata ed appassionante.

Non vedo l’ora che esca il continuo della serie per sapere cosa si trama nella residenza dei von Winterlich. Inoltre, ho la sensazione che Elizabeth non sia davvero morta come descritto dall’autore in entrambi i suoi volumi…

L’autore

Don Jacobson è stato uno scrittore professionista per circa quarant’anni. Il suo lavoro per la televisione e la radio gli è valso una nomination agli Emmy e altri premi. Ha precedentemente pubblicato cinque libri e nel 2015 ha cominciato a pubblicare romanzi con The Keeper. Laureato in storia e specializzato in storia delle relazioni americane con l’estero, ha lavorato come insegnante all’università. Oltre ad essere uno scrittore, Don ama cucinare ed andare in bicicletta.

Dello stesso autore: The Keeper – Mary Bennet’s extraordinary journey


Questo libro mi è stato inviato dall’autore in cambio di un’onesta recensione.
Questo sito è affiliato con amazon.it

Precedente The Keeper: Mary Bennet's extraordinary journey di Don Jacobson Successivo Charmed - A thousand deaths

Leave a Reply

Lasciaci qui il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz